Siete alla ricerca di qualche nuova idea da riscoprire in cucina? Tornano puntuali le nostre gustose ricette del weekend. Oggi parliamo di un piatto semplice ma allo stesso tempo sfizioso: finocchi gratinati al forno.

I finocchi gratinati al forno sono un contorno gustoso e sfizioso ma, al tempo stesso, sano e semplice da preparare.

Può essere l’accompagnamento ideale per carne e pesce o potete mangiarlo come piatto unico (è l’ideale per chi sta a dieta!)

Vi chiederete come sia possibile far diventare appetibile un ortaggio come il finocchio, comunemente associato alle diete e al “cibo leggero”? Il segreto è tutto nella cottura in forno che dona una leggera crosticina alla panatura e rende tutto molto saporito.

Io ho scelto di spolverare semplicemente con del pangrattato aromatizzato ma ci sono tantissime varianti che prevedono, per esempio, una panatura con erbe aromatiche e spezie o, per chi non ha problemi con il lattosio, fiumi di besciamella o vari formaggi grattugiati.

Lo prepariamo insieme?

INGREDIENTI ( 2 persone):

  • 3 Finocchi medio/grandi
  • 100 gr (circa) di pangrattato (è possibile usare anche quello senza glutine)
  • senape in polvere
  • paprika affumicata
  • olio evo
  • sale

PROCEDIMENTO:

  • Pulite e lavate i finocchi
  • Tagliateli come preferite: fette, quarti, cubetti.
  • Sbollentateli velocemente, non più di 2/3 minuti. Devono diventare un po’ molli ma non perdere la croccantezza.
  • Spolverate la placca del forno con un leggero strato di pangrattato.
  • Scolate bene i finocchi dall’acqua bollente ma non è necessario farli asciugare. La poca acqua residua aiuterà il formarsi della crosticina.
  • Sistemateli sulla placca in modo da formare uno strato omogeneo.
  • Spolverate con il pangrattato, la senape e la paprika. Le quantità sono a piacimento in base al gusto.
    Terminate con sale e olio.
  • Cuocete in forno ventilato per 10 min a 180°. Gli ultimi 2 minuti usate solo il grill per colorare la crosticina.

IMG_7275_laforchettasullatlante

Buon appetito,

Daniela Ceravolo – La forchettasull’atlante

 

LASCIA UN COMMENTO