Settembre alla scoperta di Formentera

0
611
settembre alla scoperta di formentera

Formentera a settembre: viaggio attraverso i colori di un’isola che sveste i panni da star per tornare a mostrarsi al naturale.

Sole, mare, relax..

Con l’arrivo di settembre sembra spesso scontato riporre queste parole in una scatola piena di costumi, borse e scarpe estive, con su scritto il nome di una stagione che si avvia verso la sua conclusione.

Settembre è talvolta quel nuovo inizio che si avvicina proponendo i ritmi frenetici che il caldo aveva tentato di placare, ricordandoci le abitudini quotidiane che avevamo adattato allo spirito vacanziero e riportando in primo piano il lavoro o lo studio.

Settembre è un’impressione di quello che succederà nei mesi successivi, attraverso lo scandire del tempo che dà alle giornate un nome e comporta impegni e responsabilità.

Ma insieme a tutte queste aspettative si fondono anche quelle di chi decide che “estate” non è solo agosto, che i posti possano assumere un sapore diverso se meno affollati e che la bassa stagione sia un’occasione da cogliere al volo. Per chi ha la fortuna di poterlo fare, dunque, settembre diventa il mese ideale per viaggiare.

Dove andare?

Tra le mete più ricercate continuano a fare capolino le acque limpide e le spiagge chiare delle Isole Baleari con Formentera in pole position. La più piccola tra le Isole dell’arcipelago (dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1999) rimane infatti una delle destinazioni turistiche più ambite per giovani – ma non solo – capace di mostrarsi nel suo abito migliore una volta svestiti i panni della “celebrità di agosto”.

Mentre il sole settembrino continua a far brillare le spiagge bianche di Platja de ses Illetes e Platja de Llevant, i prezzi per il viaggio e la sistemazione sull’isola diminuiscono notevolmente, così come aumenta la possibilità di prenotare online un traghetto a prezzi più economici (dall’Italia è infatti possibile arrivare fino all’aeroporto di Ibiza e, da lì, prendere il traghetto per Formentera).

La minor affluenza rispetto ai mesi precedenti rende inoltre possibile godere appieno della vita sull’isola tra visite, giri in barca ed escursioni… Fino a concludere la giornata nei tanti locali, molti dei quali affacciati sulla spiaggia per poter assistere agli imperdibili tramonti sul mare.

Consigliatissimo l’affitto di uno scooter per girare l’isola e raggiungere in autonomia anche i luoghi più selvaggi, come le spiagge di Cala En Baster e Cala Saona. Perché in fondo vivere un viaggio significa anche addentrarsi per le vie e i sentieri di un’isola, respirarne gli odori e i profumi fino a provare ad arrivare alla sua anima.

LASCIA UN COMMENTO