Mont Blanc – dolcezza di castagne

0
720
mont blanc

Quando l’autunno arriva, ci sono dei sapori che tornano puntuali tra le nostre tavole: dalla zucca, ai funghi, alle castagne mille sono le ricette con cui sbizzarrirsi e coccolare il palato. Questo mese abbiamo scelto di utilizzare la castagna e cimentarci nel dolce più zuccheroso della stagione: il Mont Blanc.

Il Mont Blanc non è un dolce difficile, anzi, ha un procedimento molto semplice. L’unica vera seccatura è pulire le castagne, ma superato questo passaggio si realizza tutto in modo molto rapido.

La ricetta originale prevede l’utilizzo dei marroni, che sono più grandi (ma le castagne possono essere utilizzate senza problemi), rum e cacao. Tuttavia, come per tutte le ricette, la cosa più importante è capire cosa e come riadattare la ricetta base per rispettare i gusti e i desideri di chi dovrà poi mangiare il nostro dolce: cucinare è sempre un atto di amore per noi e per chi riceverà il frutto del nostro lavoro, quindi è molto più importante imparare a soddisfare i palati piuttosto che i libri di cucina! Per questo, dato che abbiamo deciso di preparare la ricetta per tutti, nel nostro procedimento non abbiamo utilizzato il rum.

Ingredienti per 4 persone:

  • Marroni/castagne 700 g
  • Latte intero 500 g
  • Cacao amaro in polvere 20 g
  • (Rum 50 ml)
  • Baccello di vaniglia 1
  • Zucchero 120 g
  • meringhe piccole 10 (a scelta)
  • panna fresca liquida 500 g
  • zucchero a velo 30 g

 

Preparazione per la crema di castagne:

NB. 30 minuti prima di cominciare, versare la panna in un contenitore e mettete il tutto nel frigo (fruste comprese).

Lavate e intaccate le castagne, praticando su ognuna un taglio profondo sulla buccia fino ad arrivare alla polpa. Mettetele in una pentola ricoperte d’acqua e fate cuocere per circa 20 minuti.
Scolate le castagne, sbucciatele e privatele della pellicina. Questa è la fase più seccante della ricetta, vi consigliamo di tirarle fuori dalla pentola poche alla volta, così non si asciugano e sono più facili da pulire.
Variante: per accelerare i tempi puoi usare delle castagne secche reidratate.
A questo punto rimettetele sul fuoco con il latte, lo zucchero e il baccello di vaniglia (se non trovate il baccello l’essenza di vaniglia produrrà lo stesso risultato). Cuocete le castagne ancora per 40 minuti, il tempo necessario affinché le castagne assorbano tutto il latte. Passate ora la purea di castagne in un passaverdure e raccogliete il passato in una ciotola dove lo mescolerete con il cacao (e il rum se vi piace).
Amalgamate fino ad ottenere un composto cremoso ma compatto quindi metterlo a raffreddare in frigorifero per un’ora circa. Come ultimo passaggio, tirare fuori la panna dal frigo, montatela con le fruste ben ferma e aggiungere lo zucchero a velo.

Composizione del Mont Blanc:

A questo punto dovete scegliere il formato che vi piace di più: potete servire il Mont Blanc sia in un piatto da dessert unico che in mini porzioni individuali. Anche in questo caso noi abbiamo fatto la nostra scelta e abbiamo deciso di fare delle mini porzioni, ma vi mostriamo le diverse versioni con cui il dolce può essere proposto così che possiate effettivamente decidere la versione che più soddisfa i vostri occhi e le vostre papille gustative.

Prendiamo tutti i nostri ingredienti e iniziamo ad assemblare il dolce. Prendete le meringhe e mettetele in dei bicchierini o delle coppette, potete sia tenerle intere che sbriciolarle, a vostro gusto. Prendete poi il composto di castagne passatelo con uno schiacciapatate a fori grossi e formate una piccola montagna sopra la meringa fino a coprire la metà del bicchiere/coppetta. A questo punte ricoprite il tutto con la panna, se avete scelto le coppette potete lavorarla un pochino per dargli il tipico aspetto della mini montagna innevata.

Guarnite infine con ciuffetti di panna, marron glacé o scagliette di cioccolato e gustatevi il risultato!

Variante: se non amate i gusti troppo dolci potete eseguire lo stesso procedimento eliminando le meringhe e utilizzando solo la panna e il composto alle castagne. In questo caso la panna andrà disposta sia sotto che sopra la crema di castagne.

 Foto: fonte web

LASCIA UN COMMENTO