Michael Bublè: il Natale attraverso una voce

0
1237
michael bublè

Torna la nuovissima rubrica “Appuntamento con la musica”. Questo mese su Openmag parliamo di Natale e allora il nostro personaggio di questo mese non poteva che essere Michael Bublè.

Dicembre è sinonimo di Natale e al Natale è impossibile sottrarsi. Luci, dolci, cibo, regali ma soprattutto musica (ben lo sanno i commessi dei negozi abituati a sentire in questo periodo le stesse canzoni ogni giorno!). Ma alcune voci più di altre, negli anni, hanno avuto il merito di diventare colonne sonore di questo particolare periodo di (fine) anno.

“Believe in you” è il nome dell’ultimo singolo di Michael Bublè, in radio da metà ottobre, ma mentre si avvicina il Natale torna a farsi strada il ricordo del Bublè in veste “Christmas”, così come il titolo stesso dell’album pubblicato nel 2011. Una raccolta di successi tutti natalizi diventato in pochi anni un classico delle feste, tanto da continuare a vendere copie anche negli anni successivi al fortunato debutto e rimanendo tra gli album festivi più venduti nei tre anni seguenti.

Michael Bublè: il Natale attraverso una voce

Quando la musica fa spettacolo

Ma non sono solo gli album di Michael Bublè a riempire le case di melodie “made in Christmas”: sempre dal 2011 il cantante “ci mette la faccia” ed entra nelle case anche attraverso gli schermi televisivi, grazie allo special natalizio “Michael Buble’s Christmas in Hollywood”, uno show che ogni anno si arricchisce di nomi importanti dello spettacolo (da Celine Dion a Eva Longoria alle supermodelle Gigi Hadid e Kylie Jenner).

La “voce di Natale” sembra quindi averci preso gusto e a dicembre 2015 lancia “The More You Give (The More You’ll Have)”, un nuovo inedito di Natale presentato dall’artista proprio nel corso dello spettacolo dello stesso fine anno.

Michael Bublè: il Natale attraverso una voce

Quest’anno i colori del Natale sembrano essere però molto diversi per Bublè, che poco più di un mese fa, nello stesso periodo dedicato solitamente al lancio di nuovi brani, faceva invece un annuncio dal sapore estremamente amaro. Rendeva infatti pubblico su facebook l’arrivo di una fase particolarmente difficile per la famiglia, a causa del cancro diagnosticato al figlio Noah e chiedeva di rispettare la privacy delle persone coinvolte in questo duro percorso.

Qualche giorno fa il cantante ha fatto sapere che il piccolo sta abbastanza bene per poter trascorrere il Natale fuori dall’ospedale, seppure a Los Angeles, dove è ricoverato, e non a casa in Canada. Ma se è vero che casa è dove ci si sente amati, allora anche la California potrà diventare il luogo dove trascorrere le feste natalizie con la giusta dose di calore.

Lo stesso calore con il quale Michael Bublè ha riempito negli ultimi anni le vacanze di Natale di molti fan – ma non solo – e con il quale non fatichiamo a credere che riuscirà a riscaldare questo duro momento personale.

LASCIA UN COMMENTO