I borghi in mostra: “Ai confini della meraviglia”

0
792
borghi italiani

Fino al 9 giugno “Ai confini della meraviglia” è in mostra a Roma, un evento in cui poter apprezzare il fascino dei borghi italiani.

Visitare i borghi delle regioni italiane può risultare difficile nonostante sia bello concedersi una gita in campagna. Arrivarvi può essere complicato per diversi motivi: a volte la destinazione è troppo lontana, il meteo prevede pioggia e vento o più semplicemente non si ha voglia di affrontare un lungo viaggio in macchina. Ma se fossero i borghi a venire a Roma?

Negli appuntamenti passati abbiamo parlato di Cervara e Calcata, due tra i borghi del Lazio in cui ritrovare la bellezza per l’amore nei confronti dell’arte. E’ possibile ritrovare questa stesse passione per arte e cultura dei nostri borghi, da maggio, anche a Roma. “Ai confini della meraviglia” è infatti una mostra dedicata ai borghi di 18 regioni italiane. Recandosi quindi alle Terme di Diocleziano, in pieno centro storico, si può viaggiare alla scoperta di tradizioni, arte e culture diverse rimanendo nella Capitale.

I borghi in mostra nel centro città

“Ai confini della meraviglia” è un’iniziativa che ha visto il suo avvio lo scorso 12 maggio. Presso le sale delle Terme di Diocleziano ha preso vita questa mostra che si presenta come un vero e proprio percorso interattivo. Una mostra suggestiva che sorprende i curiosi visitatori grazie ad una parete touch wall. La caratteristica di questa parete è che ci si può interagire. Le persone hanno la possibilità di navigare in una mappa virtuale da cui sono visibili e visitabili 1000 borghi italiani. La particolarità della mostra è inoltre un voluto effetto di illusione ottica dato dall’anamorfosi. Quest’ultima dà l’illusione di trovarsi ad osservare oggetti distorti. In questo modo il visitatore percepisce la mostra in modo personale e coinvolgente, rimanendo profondamente colpito dal fascino delle immagini.

Arte romana e identità regionali

Dall’unione di diversi tipi di citazioni, animazioni e ritratti, in cui si possono ammirare le bellezze dei borghi italiani, con l’unicità della location si ha la sensazione di trovarsi in un luogo senza tempo. Il visitatore rimarrà incantato dalle bellezze storiche delle Terme di Diocleziano, esaltate dalle proiezioni artistiche e dagli spettacoli che diventeranno un tutt’uno con i paesaggi dei borghi.  Si proverà l’emozione di essere parte di tutto questo.

Questo evento è nato dalla collaborazione tra il Ministero dei Beni Culturali e le Regioni. Entrambi gli enti hanno voluto questa manifestazione per promuovere la cultura delle regioni italiane. A tal proposito infatti lo stesso Dario Franceschini, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, ha dichiarato che il 2017 è l’anno dei borghi, i quali sono da promuovere in quanto contribuiscono a migliorare la qualità della vita di tutti noi. Infatti questa esposizione vuole dare ai borghi italiani la possibilità di mostrare a turisti stranieri e non le bellezze artistiche del nostro Paese. La chiave di lettura di questa iniziativa è l’unione delle diverse identità di ogni regione italiana che così hanno modo di raccontare il lato di sé che preferiscono.

Visitando “Ai confini della meraviglia” si ha perciò una possibilità unica: quella di conoscere e scoprire tesori nascosti dei borghi italiani, per immergersi nell’eccellenza di arte, cibo e moda nel nostro Paese.

LASCIA UN COMMENTO