L’Arte nel Cuore Onlus al Brancaccio per i bambini siriani

0
852
Arte nel Cuore Onlus al Brancaccio per i bambini siriani

L’Arte nel Cuore Onlus torna al Brancaccio con lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate”, dedica speciale ai bambini siriani.

L’Arte nel Cuore Onlus il 20 giugno tornerà sul palco del teatro Brancaccio di Roma per lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate”, una rilettura in chiave moderna dell’opera di W. Shakespeare, realizzato nell’ambito del progetto “Laboratorio teatrale integrato per persone disabili adulteʺ, finanziato da Roma Capitale – Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute.

L’adattamento dello spettacolo, diretto dalla regista Marta Iacopini, interpretato dagli allievi diversamente abili e normodotati dell’Accademia diretta da Daniela Alleruzzo, ha lasciato intatta la storia originale che ruota attorno alle vicende amorose di Ermia e Lisandro, Elena e Demetrio, complicate dall’arrivo del folletto Puck che crea scompiglio tra gli amanti.

L’evento

Prosegue l’impegno dell’associazione sul tema dei diritti violati con la speciale dedica ai bambini siriani vittime del conflitto che da oltre 6 anni sta insanguinando il Paese e, più in generale, all’infanzia negata perché ʺla guerra non è un gioco – condanna la presidente Daniela Alleruzzo – e nessun adulto ha il diritto di interrompere i sogni di un bambino, cioè la vitaʺ.

In occasione dello spettacolo, infatti, come riconoscimento del lavoro che Unicef svolge quotidianamente con i suoi progetti a tutela dei minori, verrà consegnata al direttore generale Unicef Italia, Paolo Rozera, una maglia autografata da tutti gli allievi dell’Accademia che hanno così voluto contribuire a veicolare un messaggio importante: non bisogna mai rassegnarsi alla normalità della guerra.

Presentatore della serata evento sarà il lifestyle blogger e talent scout Alex Pacifico, insieme alla comica Valeria Graci; ospite d’eccezione Simone Susinna, il top model internazionale finalista dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi.

Le coreografie sono di Francesca Cinanni e Carmen De Sandi; i costumi sono di Annalisa Di Piero, la scenografia è di Pasquale Cosentino.

L’Arte nel Cuore Onlus

Dal 2005 l’associazione, soprattutto grazie al prezioso sostegno di alcuni importanti partner garantisce ai suoi 150 allievi, oltre 20 corsi, tra recitazione, musica, danza, canto, trucco e parrucco, dj, sceneggiatura, dance ability, offrendo una concreta possibilità di inserimento professionale, perché come recita il motto dell’Accademia, dove c’è talento non esistono barriere.

Oltre alle 12 scritture per la fiction Una grande famiglia 3 (Rai 1), alcuni allievi hanno partecipato a diverse produzioni cinematografiche, tra cui: “Brutti e Cattivi” di Cosimo Gomez, “La verità sta in cielo”, di Roberto Faenza e “The Young Pope”, di Paolo Sorrentino.

Dal 21 marzo al 2 aprile 2017 alcuni allievi dell’accademia hanno recitato alla Sala Umberto di Roma nello spettacolo di Gur Koren, Il segreto del teatro (regia di Lorenzo Gioielli). ʺZia Antonia, zio Peppino e la malafemminaʺ è il titolo dello spettacolo rappresentato a giugno scorso al teatro Brancaccio, dedicato a Sara Di Pietrantonio, vittima di femmicidio, a cui ha partecipato anche il presidente del Senato, Pietro Grasso.

Attualmente la Onlus sta lavorando ad un importante progetto cinematografico e a settembre aprirà una nuova sede anche a Milano.

Con L’Arte nel Cuore parlare di diritti e integrazione non è mai stato così facile!

LASCIA UN COMMENTO