Serie A: la Roma affossa il Napoli e l’Inter non molla la Juve

0
76
Serie A: la Roma affossa il Napoli e l’Inter non molla la Juve

Serie A. Ecco i verdetti dell’undicesima giornata, aspettando il Monday Night.

L’undicesima giornata di Serie A si apre con la vittoria giallorossa in casa contro il Napoli. Un verdetto che affossa la squadra partenopea e riposiziona la squadra di Fonseca al terzo posto dopo 532 giorni. A siglare i gol giallorossi sono il solito Nicolò Zaniolo (quattro gol nelle ultime quattro gare) e Veretou su rigore, dopo l’errore, sempre dal dischetto, di Kolarov. Il gol dei partenopei è firmato da Milik che al settantaduesimo accorcia le distanze.

Le gare del sabato sera hanno poi visto l’inter trionfare fuori casa contro il Bologna, nel segno di Lukaku alle 18, e la Juventus vincere la stracittadina torinese con il primo gol in Serie A di De Ligt.

Grande prova da parte della squadra di Conte che sotto di un gol, riesce a ribaltare il risultato con Lukaku che firma una doppietta e riporta momentaneamente l’Inter prima in classifica al novantesimo minuto. A Torino, alle 20:45 va in scenda il derby di Torino, con la Juve che riesce a mantenersi prima in classifica. Protagonista nel bene e nel male è il giovane De Ligt che non perde il vizio di toccare la palla con la mano in area, ma l’arbitro lo stavolta lo grazia; tuttavia è lui a decidere il derby con un bel gol su assist di Higuain.

Getty Images

I match della domenica hanno visto l’Atalanta cadere in casa contro la sorpresa Cagliari che passa con 2 gol a 0 e si posiziona in piena corsa Champions. L’Atalanta si ferma e concede il sorpasso alla Roma. In zona salvezza, alle 15 il Verona ha sconfitto il Brescia per 2 a 1, e con un rocambolesco 2 a 2 è terminata la partita tra Lecce e Sassuolo. Alle 18 un 1 a 1 ha fermato la Fiorentina in casa contro il Parma, reti di Gervinho e Castrovilli.

Il posticipo ha visto la Lazio passare a San Siro 2 a 1 contro il Milan, che subisce la sesta sconfitta in campionato, in attesa del Monday Night di questa giornata di Serie A tra Spal e Sampdoria.

Spettacolo in campo, un po’ meno sugli spalti

Durante la gara dell’Olimpico tra Roma e Napoli, l’esperto arbitro Rocchi, dopo ripetute segnalazioni da parte dello speaker, ha prontamente deciso di sospendere la partita. Motivo: cori contro la città di Napoli provenienti dalla Curva Sud. Degna di menzione, in questo caso, è stata anche la grande gestione del momento da parte del capitano giallorosso Edin Dzeko, che, sempre più idolo del tifo romanista, ha invitato il popolo giallorosso alla calma iniziando ad applaudire.

L’arbitro di Firenze ha dimostrato fermezza e grande esperienza sia in questa spiacevole parantesi che durante tutta la gara. Non era facile arbitrare Roma e Napoli, due squadre in lotta per i primi posti e danneggiate dagli errori arbitrali di mercoledì scorso.

Altro spiacevole evento è quello capitato a Mario Balotelli, durante Verona-Brescia. Il centravanti è stato più volte “bacchettato” dal tifo veronese. Questo ripetuto brusio ha portato Balotelli, colto dall’ira, a scaraventare il pallone verso la curva veronese durante un’azione, minacciando di lasciare il campo. A ciò sono seguite le acclamazioni con tanto di “Mario, Mario!”, che hanno spinto l’attaccante anche a siglare il gol bresciano con cui non ha tuttavia, evitato la sconfitta.

LASCIA UN COMMENTO