TAR boccia Marino: via libera alle spiagge per cani

0
2119

L’integerrimo sindaco della Capitale, Ignazio Marino, attento alle sensibilità di molti con un’ordinanza del  23 aprile 2014, aveva vietato l’accesso alle spiagge libere ai conduttori di animali a quattro zampe a decorrere dal 1 maggio al 30 settembre 2014.

La  II sezione del Tar ha annullato l’ordinanza ritenendo quest’ultima “ingiustificata e sproporzionata, soprattutto alla luce del fatto che il Comune è tuttora inadempiente all’obbligo di individuare tratti di arenile da destinare all’accoglienza di animali da compagnia.”

I giudici inoltre hanno imposto al comune di individuare entro 20 giorni tratti di spiaggia dove consentire l’accesso agli animali.

Resta francamente l’ amaro in bocca nel constatare quotidianamente come il sindaco di Roma Capitale sia celere e molto attento nell’emanare ordinanze prive di buon senso piuttosto che occuparsi di urgenze e necessità che vedono ogni giorno la capitale italiana sempre più allo “sbando”, ancor più quando  l’ente pubblico è del tutto inadempiente rispetto ad una delibera della regione Lazio che già nel lontano 2006 imponeva a tutti i Comuni di individuare alcune spiagge da destinare agli animali da compagnia.  Fatto salvo eventuali ricorsi da parte del Comune al Consiglio di Stato la stagione balneare per gli amici a quattro zampe sembra salva anche quest’anno.

LASCIA UN COMMENTO