Riavvolgiamo il nastro: U2, Aphex Twin, The Drums e molto altro

0
1092
u2 apple

Riepilogo dei fatti più importanti degli ultimi mesi: bocciati gli U2 e l’operazione Apple, promossi Aphex Twin, The Drums, Simian Mobile Disco e Caribou

Dove eravamo rimasti? L’estate era alle porte (alla fine però non è entrata) e ascoltavamo il disco degli Acid. Sono passati 4 mesi, cosa ci siamo persi?

U2 e Apple. L’hanno fatto proprio grossa. Mega operazione di marketing, chi ci ha guadagnato di più? Apple nell’avere gli U2 come testimonial o gli U2 ad avere la distribuzione del nuovo disco, “Songs of Innocence” (quale innocenza?),  nella libreria musicale di milioni di utenti Apple? Boh, di sicuro è stata un’operazione alquanto discutibile. Perchè avere la presunzione che recapitare in libreria il nuovo disco degli U2 possa far felice una persona? Voto 2

Aphex Twin. Richard David James il pazzoide per eccellenza che dai ’90 ci regala perle di follia elettronica (guardate il video di Windowlicker) ha pubblicato un nuovo album, “Syro”. Pieno stile Aphex Twin, nessuna novità ma come sempre la qualità resta sempre altissima. Voto 7

The Drums. Vi ricordate quando Obama fu eletto per la prima volta? Ecco, la band newyorkese di Jonny Pierce fu talmente ispirata dall’evento che avrebbe dovuto cambiare le sorti dell’America e del mondo intero che scrisse una gran canzone. Non andò proprio così per le sorti dell’umanità ma almeno “Let’s go surfing” segnò l’inizio di una dignitosa carriera. Oggi i Drums sono al terzo disco, “Encyclopedia” che segna il tentativo di una crescita musicale rispetto ai precedenti lavori. Piacevole. Voto 6,5

Simian Mobile Disco. Il duo elettronico inglese composto da James Ford e Jas Shaw arriva al quinto disco “Whorl”. Disco che affonda le radici negli anni ’90 quando la musica ambient influenzava la techno. Per lunghi viaggi, di che tipo lo decidete voi. Voto 6,5

Caribou. Concludiamo con il nuovo disco del canadese Dan Snaith. Lungamente atteso, il disco non delude le aspettative e regala degli ottimi momenti di soul, house e sonorità analogiche. “Can’t do without you” è il singolo che ha preceduto l’uscita dell’album ed è davvero una bomba. Voto 7

#OpenMusic

LASCIA UN COMMENTO