L’ansia da prestazione per la notte di San Silvestro in un video

0
1074
notte di san silvestro

Tre giovani realtà, ognuna specializzata in un campo diverso della comunicazione, hanno dato vita a un progetto davvero originale per festeggiare il prossimo Capodanno

Un video virale per raccontare, in modo assolutamente ironico e dissacrante, l’ansia comune di trovare la “festa giusta” in vista della notte di San Silvestro. Nasce così “The Last Day of December che in questi giorni sta tenendo banco su tutti i social network come Facebook, Instagram, Twitter. Migliaia le condivisioni in rete e i commenti degli utenti, spiazzati e divertiti dai contenuti fortemente sarcastici del trailer.

 

 

L’idea del trailer – di un film che però non uscirà mai nelle sale – è venuta a Salvatore Migliore, direttore editoriale del quotidiano digitale OpenMag fondato nel 2013 e che conta oggi 320.000 lettori. Il soggetto è stato presentato alla Mirelatives Pictures, società di produzione cinematografica costituita, sempre nel 2013, da Tommaso Arnaldi. Il quale, in poco tempo, ha buttato giù la sceneggiatura del video. Sceneggiatura che è stata poi proposta a Giuseppe Francesco Maione, regista di soli 21 anni.

A sostegno dell’iniziativa si è offerta anche la i2M Factory di Giovanni Stracquadaneo. La società è il marchio che rappresenta la creatività e l’innovazione di una web agency attiva nel mercato nazionale e internazionale. Le sue attività si fondano su tre principali servizi: sviluppo web e applicativi mobili, social media marketing, grafica e design. La società, inoltre, attraverso il suo marchio “Start Easy”, opera nell’ambito dei servizi professionali delle relazioni istituzionali, del project management, dell’europrogettazione e della formazione.

Il trailer è stato girato in soli due giorni e ha visto la partecipazione di una star d’eccezione: Carlotta Tesconi, già protagonista di diverse serie TV girate per la RAI e Mediaset, tra cui spiccano “Raccontami” e “I liceali 3”.

Il soggetto e la sceneggiatura muovono dalla voglia di affrontare, in modo ironico e sarcastico, il tema “drammatico” che ogni anno assilla tutti, indistintamente: cosa fare a Capodanno? Due  gli obiettivi: da un lato dare forma artistica a una sceneggiatura che aspira a intrattenere il pubblico, strappandogli un sorriso ma spingendolo a riflettere sui perché di una vita vissuta in maniera affannata, pronta ad andare in frantumi per un futile problema come può essere, appunto, l’organizzazione del Capodanno; dall’altro suggellare una importante partnership artistica e strategica tra la Mirelatives Pictures, i2M Factory e OpenMag, giovani realtà imprenditoriali nell’ambito delle produzioni video, del marketing e dell’editoria.

Ad accomunare le tre start up (OpenMag, Mirelatives e i2M Factory) sono il desiderio e la voglia di raccontare storie nuove facendo leva sui giovani talenti che in Italia non riescono purtroppo a trovare il giusto e meritato spazio. Tre voci fuori dal coro che si innalzano pragmaticamente grazie alla passione di tutto il gruppo e alla sua voglia di fare. Mirelatives, grazie all’impegno di Peppe Maione, del socio Alessandro Palombo e di Tommaso Arnaldi, punta a riscoprire il cinema, quel cinema che una volta ci ha reso famosi in tutto il mondo. E lo fa sia a livello stilistico e contenutistico, sia a livello tecnico: abbandonare le riprese con la macchina a mano, oggi assai diffuse anche per motivi economici, e riabbracciare invece l’utilizzo del carrello, del crane o del dolly solo per citarne alcuni esempi.

Il 24 dicembre, poco prima del Cenone natalizio, ci sono venuti a trovare in redazione proprio due dei protagonisti di “The last day of December”: il regista Giuseppe Francesco Maione e Tommaso Arnaldi, attore e amministratore della Mirelatives Pictures. E’ stata una ghiotta occasione per parlare a 360 gradi del trailer, della sua realizzazione e del loro modo di fare cinema. Ma soprattutto ci hanno anticipato dettagli riguardo alla prossima uscita del loro primo lungometraggio. Buona visione.

.

LASCIA UN COMMENTO