Il 2 luglio 1957 la FIAT presentò ufficialmente la Nuova 500, la prima superutilitaria che, prodotta fino al 1975, avrebbe avuto un enorme successo

L’obiettivo della FIAT in quegli anni era di produrre un nuovo modello che potesse rientrare nel budget di spesa delle famiglie operaie e che non avesse costi elevati di manutenzione. L’idea del design di quella che sarebbe divenuta la Nuova 500 nacque dai disegni di un giovane tedesco di nome Bauhof, il quale inviò alla casa automobilistica i suoi disegni nel 1953. Da questo progetto trasse spunto, Dante Giacosa, già ideatore della Topolino, che ridisegnò la carrozzeria e cambiò il motore. L’azienda cominciò dunque a costruire i vari prototipi e la scelta definitiva cadde sul motore longitudinale a due cilindri paralleli con camere di combustione a tetto in testa e punterie ad aste e bilancieri, due valvole per cilindro, raffreddato ad aria forzata, 479 cm³ di cilindrata, erogante 13 cv. L’allestimento di questa prima serie era davvero essenziale. I cerchi delle ruote, in lamiera color giallo crema, fissati con quattro bulloni a vista, erano stati appositamente concepiti per escludere la necessità di usare le coppe alle ruote. Mancavano anche le levette del devioluci e delle frecce sul piantone dello sterzo, le luci si comandavano interamente con la chiave di accensione. Lefreccecon una levetta trasparente che incorporava la spia di funzionamento posizionata al centro della plancia poco sopra la chiave. I vetri erano fissi tranne i due deflettori laterali apribili a compasso. Il 1º luglio1957, la Nuova 500 venne mostrata in anteprima alPresidente del ConsiglioZoli. Il 2 luglio la vettura fu presentata ufficialmente presso ilcircolo Sporting di Torino. Alla serata di gala fece erano presenti il presidenteVittorio Valletta, i vicepresidentiGianni Agnellie Gaudenzio Bono. Ad attendere le autorità, i giornalisti e le varie personalità, un cinquantina di esemplari del nuovo modello, di colore grigio e accompagnate da meccanici in tuta bianca, schierate a bordo piscina e pronte per un giro di prova. Tra i molti che vollero cimentarsi alla guida della Nuova 500, vi fu anche il campione di Formula 1Nino Farina. La 500 ebbe un successo immediato e la FIAT la rielaborò in tantissimi modelli di varianti che furono prodotti fino al 1975.

LASCIA UN COMMENTO