13 febbraio 1960: la Francia testa la prima bomba atomica

0
1288
bomba atomica francia

La Francia il 13 febbraio del 1960 testa la sua prima esplosione nucleare con una bomba atomica nel Sahara.

Questo per la Francia è stato il primo di 17 esperimenti che sono stati effettuati nel deserto africano, operazione che vede la sua fine solo nel 1966.

Ad oggi non sono pochi gli Stati che hanno condotto questo genere di esperimenti nel corso degli anni a partire dalla Seconda Guerra Mondiale.

La bomba atomica è una bomba a fissione nucleare, ossia un ordigno esplosivo che ricava la sua energia dalla reazione a catena della fissione nucleare.

In un brevissimo lasso di tempo viene liberata una enorme quantità di energia, che avviene in modo incontrollato.

La prima bomba atomica è stata realizzata segretamente dal Governo degli Stati Uniti ma di lì a poco molti sono stati i Paesi che hanno iniziato a studiare il suo funzionamento per produrla a loro volta.

Gran parte dell’energia che viene rilasciata dall’esplosione di una bomba atomica è energia radiante diretta. La luce prodotta dalla reazione nucleare viene irradiata in modo da espandersi fino ad arrivare al punto di esplosione.

È da considerare che l’effetto delle componenti distruttive della bomba atomica è massimizzato se questa viene fatta esplodere ad una certa altezza dal suolo.

Le conseguenze e quindi gli effetti dell’esplosione nucleare sono devastanti per l’ambiente e gli esseri viventi.
Il calore che viene generato dalla fissione provoca la volatilizzazione della sostanza organica, questo significa la scomparsa di esseri viventi e l’ustione e politraumatizzati che muoiono in un’atroce sofferenza. In più l’effetto luminoso dell’esplosione provoca cecità anche ad una certa distanza e lo spostamento dell’aria rade al suolo ogni cosa: case, edifici, tutto.

Le radiazioni sprigionate dalla fissione portano successivamente alla morte un altro gran numero di persone, provocando anche ripersussioni di carattere genetico.

Per garantire il disarmo, la non proliferazione e l’uso pacifico del nucleare è stato stipulato il Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) sottoscritto dagli U.S.A., il Regno Unito e l’Unione Sovietica nel 1968, entrato in vigore qualche anno dopo. Tuttavia paesi come la Cina e la Francia vi hanno aderito solo nel 1992.

LASCIA UN COMMENTO