Turisti per hobby: esperienza di viaggio autentica

0
1247
turisti per hobby

Come viaggiare e conoscere il mondo? Lo scopriamo oggi insieme agli amici di Turisti per hobby, noti blogger di viaggio del momento.

Semplice ma non banale la storia dei Turisti per hobby: l’ amicizia tra due colleghi di lavoro, Simone e Daniele, li spinge a fare una settimana di  viaggio estivo in Irlanda, nell’ estate 2013.

Dal 2013 tanti passi si sono succeduti. A questo viaggio infatti ne seguono altri, Barcellona, il tour del Belgio, il Nord Europa… Tanto per citarne alcuni.

turisti per hobby
alcuni dei viaggi

Durante una giornata a Napoli, poi, Simone ha l’intuizione: raccontare veramente ciò che si prova viaggiando, andando fuori dalle canoniche recensioni o info pratiche sulla città e cercando invece di trasmettere emozioni autentiche, non convenzionali, di chi ha davvero vissuto un luogo, rendendo un viaggio accessibile a tutti.

Per farlo sorge quindi la necessità di immergersi con la storia e la popolazione locale, evitando il più possibile il tour di massa, e spostandosi prevalentemente con mezzi locali e perdendosi nell’atmosfera del luogo, lasciarsi catturare.

Potremo definirlo un “web 3.0 emozionale“, cosa che contraddistingue da altri siti e blog di viaggio.

Turisti per hobby

Nasce così l’anno seguente l’idea di Turisti per hobby, che sfocia subito in un sito web, grazie all’abilità grafica di Simone, laureando in comunicazione pubblica e d’impresa alla Sapienza di Roma, ed alla abilità di lettura e scrittura di Daniele.

A questa crew si aggiungono nel tempo: Annalisa, per la parte grafica, Marco, per la scrittura dei pezzi, David, attualmente a Berlino, fotografo professionista, e Mauro, cinquanta anni il prossimo marzo, poeta che con i Turisti per hobby si è aperto al viaggio di gruppo, dopo aver viaggiato una vita da solo.

La loro prima esperienza del mondo fieristico si concretizza nella visita al TTG di Rimini nell’ottobre 2016, luogo dove ho avuto il piacere di incontrarli, preceduto da un viaggio in macchina insieme da Roma in occasione della manifestazione. Peraltro, la mia prima esperienza con un sistema di carsharing che ha contribuito a render possibile questo racconto.

La peculiarità del gruppo?

Turisti per hobby nasce esclusivamente dalle esperienze vissute: tutte le info che si trovano sul loro sito, sui social Facebook, Twitter ed Instagram, sono frutto di personali esperienze, senza condivisione di fonti esterne.

Attualmente in fase di sviluppo anche una App, grazie alla collaborazione di un nuovo membro della crew.

Daniele ci descrive questo 2017 come l’anno della svolta: molte idee frullano in testa e sono in attesa di una concretizzazione di progetti, che ci spiegano non tarderanno ad esser esposti nel tempo ai lettori, anche tramite la loro accattivante newslwtter mensile.

Anche il congedo è all’insegna dei consigli di viaggio…

Ci salutiamo ricordando quanto sia importante il fattore valigia in un viaggio: si parte al minimo, il più leggeri possibile…al ritorno ci sarà sicuramente spazio per un bagaglio di  esperienze ed emozioni più ricco e variegato possibile.

LASCIA UN COMMENTO