ARTin l’arte che si può portare in tasca

0
845
ARTin l’arte che si può portare in tasca

ARTin, l’arte evolve, cambia e muta le sue forme e per conoscerle nascono sempre nuove opportunità come l’ultima tra le app!

In un momento storico in cui la tecnologia è sempre in evoluzione, rimanere al passo con i tempi è molto importante. Tuttavia la vita frenetica e le difficoltà nell’incastrare orari e impegni quotidiani sono a volte un ostacolo per chi ha voglia di sperimentare e mettersi sempre in gioco, rimanendo così al passo con i tempi. Però non bisogna abbattersi, infatti ci sono delle “scorciatoie” con cui si possono accorciare i tempi e far sì che i propri interessi e i propri impegni possano andare di pari passo.

Grazie alle app per gli smartphone è facile, ad esempio, riuscire comunque a trovare un modo per evadere dalla routine e immergersi nelle proprie passioni. Arte, cultura e tutto ciò di cui si è appassionati, intenditori o amanti sono a portata di mano e di semplici click. Sono tante negli ultimi tempi le applicazioni con cui riscoprire il mondo dell’arte, attraverso modi sempre più interattivi. Così ritagliarsi il proprio momento di relax può diventare facile come mettersi una mano in tasca!

ARTin un modo diverso di vivere l’arte

L’applicazione ARTin è una tra le prime app grazie alle quali si può riscoprire l’arte delle più importanti città italiane. Avere a portata di mano il proprio smartphone diventa come avere tra le mani le più suggestive opere d’arte. Questo perché ARTin nasce per coinvolgere il più possibile attraverso dei contenuti culturali e multimediali. Grazie al lavoro di diversi critici e storici dell’arte si è messa in piedi una vera e propria piattaforma in cui vengono narrate le bellezze italiane in modo descrittivo e didascalico.

ARTin l’arte che si può portare in tasca
foto di www.artin-app.com

Ma non è tutto. Infatti oltre all’interessante lato accademico, ARTin si serve delle voci profonde, calde e avvolgenti di attori professionisti per raccontare il viaggio nella storia dell’arte. In poche parole si parla di una guida audio-visiva facile da utilizzare anche quando si è offline. ARTin è inoltre dotata di Gps, elemento che permette di rintracciare le opere d’arte e individuare diversi tipi di servizi come bar, ristoranti e alberghi.

Un’app tascabile che ci guida nell’arte di Venezia

ARTin ha deciso come prima tappa di questo suo viaggio multimediale la poliedrica Venezia. Tramite l’applicazione si accederà nell’arte della città lacustre più famosa al mondo alla riscoperta di Palazzo Ducale, della Basilica dei Frari, delle opere di Tiziano, del Tintoretto e del Canova. Saranno presentati dei veri itinerari, passando in rassegna le tappe più classiche fino a scovare l’introvabile. Venezia si tinge così di colori diversi, quelli vividi e intensi di una città vista attraverso uno smartphone. Il turismo di massa verrà meno, per lasciare spazio all’amore per l’arte più vera.

Riscoprire le proprie passioni

Venezia non è l’unica tra le città che ARTin ha deciso di riscoprire. Infatti Milano, Roma, Firenze e Napoli sono le successive tappe di questo viaggio nell’arte multimediale. Utilizzare un’app come questa può permettere a chiunque di dedicarsi del tempo per vivere la propria passione nei confronti del mondo dell’arte. Infatti visitare musei e tenersi sempre aggiornati sono attività che richiedono talvolta un tempo che non si ha. Avere però in tasca una guida audio-visiva da poter consultare ogni volta che se ne ha voglia è un modo per accorciare i tempi. Si ha l’opportunità di viaggiare rimanendo fermi, di sognare entrando in musei di tutta Italia e di lasciarsi cullare dalla voce di professionisti della recitazione.

Segreti nascosti e mete sconosciute di un patrimonio artistico unico possono diventare un appuntamento quotidiano in cui rifugiarsi dallo stress della routine. Un modo diverso per guardare liberamente l’arte e sentirsi più liberi!

LASCIA UN COMMENTO