ACLI Colf: obiettivi e opportunità di una nuova realtà per Sassari

Colf e badanti: “con noi si muove il mondo”. Alla scoperta di servizi e opportunità di ACLI Colf sul territorio sardo.

Le ACLI Colf sono una delle associazioni delle ACLI, nate nel 1945, che si occupa di organizzare le collaboratrici e i collaboratori familiari.

Dal 2018 si sono costituite come associazione professionale e operano in vari campi su tutto il territorio nazionale, promuovendo e tutelando gli interessi professionali, lavorativi, sindacali, previdenziali e assistenziali delle lavoratrici e lavoratori del settore domestico, di cura ed aiuto alla persona, assicurando loro sostegno ed assistenza.

In ambito territoriale, nello specifico on Sardegna, questa realtà si propone di attivare servizi che per la città di Sassari sono una novità.

Per saperne di più, abbiamo posto delle domande al presidente Salvatore Sanna, che ci ha spiegato quali sono gli obiettivi specifici.

Coniugare esigenze diverse e offrire servizi di qualità

ACLI Colf ha sempre lavorato a sostegno dei lavoratori domestici, infatti nasce come sindacato per tutelare questa categoria particolarmente debole, oggi mira ad offrire nuovi servizi al mondo delle colf, delle badanti e delle baby sitter.

A Sassari verrà offerta una formazione professionalizzante e continua sia a chi già svolge questo lavoro e sia a chi vorrebbe svolgerlo. Inoltre, si pensa di creare una sorta di database di persone disposte a fornire questo genere di maestranze.

Tutto questo con l’obiettivo di fornire servizi di qualità alle famiglie e favorire l’incontro della domanda con l’offerta di lavoro. 

Sappiamo che la società è sempre più anziana e in evoluzione, perciò aumenta la necessità di lavoratori domestici qualificati in grado di affrontare le situazioni più varie, e che sia attivo un sistema che aiuti chiunque abbia bisogno di loro a trovarli celermente. ACLI Colf si propone di fare anche questo, lavorando come una sorta di ufficio di collocamento. 

Questo progetto può avere un impatto positivo per la città di Sassari, poichè può essere un punto di riferimento per le famiglie, oltre che per i lavoratori, andando incontro a problematiche sempre più numerose. 

ACLI Colf e Family Colf: l’emancipazione femminile

Family Colf è un progetto facente parte del Servizio Civile Universale, che ha come obiettivo quello di favorire la parità di genere e l’emancipazione femminile, e che supporterà e sarà parte integrante dei processi di ACLI Colf, garantendo i servizi attraverso l’attivazione di uno sportello di ascolto nel mese di Settembre.

Questi progetti possono avere un impatto positivo nel favorire l’emancipazione femminile, infatti, attraverso la formazione che verrà fatta nei confronti delle colf, delle badanti e delle baby sitter, ci si auspica che le donne abbiano maggiore consapevolezza dei propri diritti. Dall’altro lato potrebbe agevolare l’ingresso delle donne nel mercato del lavoro.

Le mamma di quartiere

Un’altra novità che ACLI Colf si propone di portare a Sassari è quella delle mamme di quartiere: un servizio già attivo da tempo in altre città italiane, ma non ancora presente prima d’ora nella realtà sassarese. L’obiettivo è quello di regolamentare questa attività e offrire un servizio di prossimità direttamente a casa, attraverso una “start-up sociale”.

Acli Colf si presenta quindi come un servizio capace di dare valore non solo a chi ne usufruirà ma alla comunità tutta. Soprattutto in un periodo in cui contatti e relazioni interpersonali sembrano essere sempre più in difficoltà.

 

Tag

  • acli
  • acli colf
  • acli sassari
  • baby sitter
  • badanti
  • colf
  • diritti
  • emancipazione femminile
  • lavoro
  • parità
  • servizio civile
  • servizio civile universale
  • terzo settore
  • tutela
  • volontariato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Potrebbe interessarti:

Contatti

Seguici su:

articoli più letti

Testata registrata al Tribunale di Roma in data 5/04/2016 | Fatto con da TechSoup