Italicum approvato alla Camera. PD spaccato

0
730

L’Aula della Camera ha approvato la riforma elettorale dell’Italicum con 365 voti a favore e 156 contrari, gli astenuti sono stati 40 su 561 deputati presenti. Ora la legge passa al Senato.

 (TMNews) – La legge elettorale frutto del patto tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, è stata votata dopo aver retto per un pugno di voti allo scrutinio segreto sugli emendamenti che puntavano a introdurre le preferenze e le quote rosa.

L’Italicum ha creato spaccature in seno al Partito democratico. Paola De Micheli, parlamentare della minoranza Pd, ha dichiarato al riguardo: “L’approvazione dell’Italicum oggi alla Camera sarà solo l’inizio di un percorso, al Senato ci saranno modifiche, spero almeno sulla scelta dei parlamentari e sulla parità di genere. Il Pd ha sensibilità diverse, ma non è un complotto contro Renzi. Questa legge va migliorata, non si può zittire il dibattito interno”.

“Renzi ha generato una spaccatura nel Pd – ha aggiunto De Micheli intervenendo su Radio ies- per le modalità con cui è arrivato alla presidenza del Consiglio, ma non stiamo facendo complotti. Sarà una battaglia a viso aperto per vedere migliorato l’Italicum, perché gli italiani che non conoscono tutti i dettagli politici dalla legge elettorale vogliono una sola cosa: scegliersi i parlamentari”.

LASCIA UN COMMENTO