Muore Antoine de Saint-Euxupéry

0
1330

Il 31 luglio 1944 muore Antoine de Saint-Euxupéry, scrittore e aviatore francese, meglio noto come l’autore del famosissimo Il piccolo principe

Antoine, nato a Lione in una famiglia benestante, fin da piccolo dimostrò di avere una grande fantasia e doti artistiche. Nonostante la perdita del padre, visse un’infanzia felice con la madre, famosa pittrice. Nel 1921 si arruola nell’aviazione di Strasburgo e poco tempo dopo ottiene il brevetto di pilota militare. Nel 1926 viene assunto dalla compagnia Aéropostale per trasportare la posta fra Tolosa e Dakar. Nel frattempo si dedica alla scrittura e pubblica la sua prima opera sul mondo dell’aviazione, cui seguiranno due romanzi. Nel 1930 diviene direttore dell’aereo postale Argentina-Francia fino a che la compagnia verrà assorbita dalla Air France e Antoine deciderà di rientrare in patria. Qui si dedica alla scrittura e alla messa a punto di invenzioni per il mondo dell’aviazione che verranno brevettate. Nel 1935, mentre sta tentando il raid Parigi-Saigon, precipita nel deserto libico e viene soccorso da un beduino. Nel 1939 pubblica “Terra degli uomini”, che diventa in breve tempo un best seller. Nello stesso anno si arruola per partecipare alla Seconda Guerra Mondiale in una squadriglia di ricognizione aerea. Nel 1943 pubblica “Il piccolo principe”, successo internazionale che ancora oggi risulta uno dei libri più letti al mondo. L’anno successivo gli vengono assegnate una serie di missioni di ricognizione fra l’Italia e la Francia. Il 31 luglio 1944 parte per l’ultima missione e non tornerà più: viene dato per disperso e non verrà ritrovato. Tra le varie ipotesi sulla sua scomparsa, la più suggestiva sarebbe quella che lo vedrebbe precipitato nel Mar Tirreno mentre cercava di sfuggire a un aereo tedesco, dopo essersi allontanato dalla rotta prestabilita per sorvolare i luoghi della sua infanzia.

LASCIA UN COMMENTO