Richard Nixon si dimette

0
1088

Il 9 agosto 1974, il presidente americano Richard Nixon si dimette dalla sua carica per evitare di essere accusato di impeachment in seguito allo scandalo Watergate

Richard Nixon fu il trentasettesimo presidente degli Stati Uniti, eletto per due mandati, fu in carica dal 1969 all’agosto 1974. Negli anni ’40 si era avvicinato al Partito Repubblicano e nel ’46 fu eletto alla Camera dei Rappresentanti. Già in in questa occasione fu accusato di presunte irregolarità elettorali. Nel 1952 fu scelto come candidato alla vicepresidenza a fianco di Dwight Eisenhower. In seguito all’elezione fu accusato di aver incoraggiato la costituzione di un fondo finanziato da alcuni elettori per le sue spese personali. In prossimità del termine del secondo mandato di Eisenhower, Nixon decise di candidarsi alla presidenza ma fu sconfitto dal democratico John Kennedy. Tornò alla ribalta nelle elezioni presidenziali del 1968, sfruttando il periodo di crisi del partito democratico seguito alla morte di Kennedy. La sua campagna elettorale puntò sull’appoggio della “maggioranza silenziosa”, ovvero di quegli americani conservatori che accettarono la sua proposta di raggiungere in Vietnam una “pace con onore”. I suoi oppositori gli rinfacciarono proprio di non essere stato chiaro sulla questione della guerra del Vietnam. Nonostante ciò, Nixon riuscì a vincere le elezioni e, insieme al Segretario di Stato Kissinger, inaugurò la politica di un futuro intervento solo se gli Stati Uniti fossero stati direttamente coinvolti. In questo periodo inoltre fu messa in atto la distensione con l’Unione Sovietica e la Cina. D’altra parte però nel 1969 furono autorizzati bombardamenti in Cambogia, Laos e nel 1972 in Vietnam. Nixon riuscì a essere rieletto nel 1972, ma nel 1974 il suo secondo mandato terminò a causa dello scandalo del Watergate Hotel. La Camera dei Rappresentanti, a seguito della notizia del coinvolgimento del Presidente nel ritrovamento di microspie nel quartier generale democratico, stava per avviare la procedura di impeachment. Nixon, prima che fosse destituito, rassegnò le dimissioni senza ammettere le sue colpe e al suo postò subentrò Gerald Ford. Lasciata la presidenza, Nixon si dedicò alla biblioteca che porta il suo nome e morì nel 1994 a causa di un ictus.

 

LASCIA UN COMMENTO