La lira è la moneta unica del Regno d’Italia

0
2137

Il 24 agosto 1862 il nuovo stato unificato italiano adotta ufficialmente la lira che sostituirà tutte le altre monete fino ad allora circolanti

Una moneta chiamata lira venne introdotta nel periodo napoleonico quando fu ricostituita la Repubblica Cispadana col nome di Repubblica Italiana. Tre anni dopo, nel 1805, sarebbe stata adottata dal cosiddetto Regno d’Italia. La lira napoleonica rimase però la versione locale del franco francese, di cui riprese oltre al valore anche il peso e la forma. Con la fine del Regno d’Italia nel 1814, la lira rimase nel Ducato di Parma per poi essere adottata nel Regno di Sardegna. Con l’unificazione dell’Italia sotto i Savoia, la lira fu scelta come moneta ufficiale. Dal 24 agosto 1862 la lira iniziò ufficialmente a circolare sostituendo tutte le altre monete presenti negli stati esistenti prima dell’unificazione. Per quanto riguarda il valore furono riprese le caratteristiche del franco francese. Una lira da 5 g. di argento al titolo 900/1000 corrispondeva a 0,29025 g. di oro o fino a 4,5 g. di argento. La lira rimarrà la moneta ufficiale italiana fino al 2002, quando venne adottata la moneta unica europea, l’euro.

LASCIA UN COMMENTO