Assassinio di John F. Kennedy

0
1738
john kennedy

Il 22 novembre del 1963 a Dallas il presidente degli USA John F.Kennedy viene colpito mortalmente da alcuni colpi di arma da fuoco, mentre viaggiava a bordo dell’auto presidenziale scoperta

Kennedy, candidato del Partito Democratico, vinse le elezioni presidenziali del 1960, succedendo a Dwight Eisenhower. Insediatosi alla Casa Bianca il 20 gennaio 1961, il suo mandato fu uno dei più brevi della storia. Nonostante ciò il periodo fu denso di avvenimenti di grande importanza come la crisi dei missili a Cuba e la sua celebre visita a Berlino già divisa dal Muro. In politica interna il Presidente operò per sconfiggere la povertà e la disoccupazione, ma soprattutto per i diritti degli afroamericani ancora vittime di discriminazione. Mentre si trovava in visita ufficiale in Texas, il 22 novembre 1963 alle 12:30 fu ucciso da Lee Harvey Oswald, il quale fu trovato poche ore dopo l’accaduto. In attesa di processo, l’assassino fu ucciso due giorni dopo dal mafioso Jack Ruby. Ancora oggi si pensa che dietro l ‘uccisione di Kennedy vi sia stato un complotto che coinvolse vari politici. Il suo successore fu Lyndon Johnson, il cui mandato fu caratterizzato dalla guerra del Vietnam.

LASCIA UN COMMENTO