L’attentato di Lockerbie

0
1164
Attentato di Lockerbie

Il 21 Dicembre 1988 il volo Pan Am 103, in volo da Londra a New York, esplose in volo sopra la cittadina scozzese di Lockerbie

Il Boeing 747-121 della Pan Am era partito da Francoforte ed era diretto a Detroit. L’esplosione dell’ordigno al plastico avvenne dopo che l’aereo aveva effettuato il primo scalo a Londra. Delle 259 persone a bordo tra passeggeri ed equipaggio non vi furono superstiti. Inoltre dopo l’esplosione la parte centrale del Boeing si schiantò al suolo con una velocità di 800 km/h distruggendo circa 20 case di Lockerbie uccidendo 11 persone. Le indagini nel 1991 chiarirono che il responsabile dell’attentato era Abd el-Basset Ali al-Megrahi, ufficiale libico e capo della sicurezza della compagnia di bandiera libica. Il 5 dicembre 1988 una chiamata anonima all’ambasciata americana di Helsinki aveva preannunciato un attentato. L’ordigno di 400 gr. infatti fu posto dentro una valigia come annunciato nella telefonata. Nel 2001 al-Megrahi fu condannato all’ergastolo ma nel 2009 fu rilasciato perché malato di cancro. Nel frattempo è stata formulata l’ipotesi che l’attentato sia stato compiuto come rappresaglia all’abbattimento per errore del velivolo Iran Air 655 compiuto dalla U.S. Navy il 3 luglio 1988.

LASCIA UN COMMENTO