Amazon il 28 settembre 2011 lancia un prodotto dalle caratteristiche interessanti, con un prezzo killer: il Kindle Fire, tablet low cost

Kindle Fire, il tablet low cost lanciato da Amazon il 28 settembre 2011, con un display IPS da 7″, 169 pixel per pollice, 16 milioni di colori e Gorilla Glass, processore dual core, senza fotocamera integrata è stato un prodotto discusso. Il tablet, con sistema Android, era una versione totalmente personalizzata da Amazon.

Il costo, sicuramente, è stato il suo primo punto di forza. Uno schermo tattile da sette pollici, un peso e un ingombro contenuti, un buon processore e soprattutto la possibilità accedere al più grande negozio online del mondo, dal quale si potevano scaricare libri elettronici, film e telefilm in streaming. Questi in sintesi i punti di forza di Kindle “Fire”. Un serio avversario dell’iPad Apple secondo gli esperti in quegli anni, dominatore incontrastato del mercato dei tablet.

Apple, infatti, aveva sbaragliato concorrenti come il PlayBook della Rim, la creatice del Blackberry, il TouchPad di HP, il Galaxy Tab della Samsung e Xoom di Motorola, che hanno tutti fallito nel loro tentativo di raggiungere il mercato di massa.

Compatto, elegante con uno schermo dai colori molto nitidi, Kindle Fire costava meno della metà della versione di base dell’ iPad. 199 dollari contro 499. Grazie al suo schermo tattile a colori da sette pollici, si poteva tenere comodamente in mano e in tasca. Fire ha fatto molto affidamento sulle risorse della “nuvola”, i servizi “cloud” nei quali Amazon è stato un pioniere. In pratica, secondo quanto spiegato da Jeff Bezos, presidente di Amazon, con Fire sarebbe stato possibile salvare file e contenuti multimediali sui server remoti della nuvola di Amazon. Il browser Web utilizzabile sarebbe stato “Silk” appoggiandosi sui data center Amazon.

Il mercato azionario Usa ha accolto con favore l’annuncio del nuovo tablet il 28 settembre 2011, premiando subito il titolo di Amazon con un rialzo del 3,2% in mattinata, aumentato poi al 4,9% nel pomeriggio.

LASCIA UN COMMENTO