O Sarracin. Caro grillino: #stacce

0
1364

Stupendo epic fail di stampo grillino. 14 deputati del M5S hanno firmato un disegno di legge contro l’utilizzo del grano saraceno in Italia.

“Bello guaglione, tutte ‘e femmine fa suspirà”. Quando il caso del grano saraceno (dei Saraceni s’intende, no made in Italy) è scoppiato, in tutte le redazioni d’Italia sono seguiti teste scosse e, sì, sospiri di rassegnazione. Poi un periodo brevissimo di divertimento e risate, di pacche sul petto, di colpi di tosse strozzati, ad attirare l’attenzione del collega poco distante. Contemporaneamente, l’entusiasmo ha accompagnato la pubblicazione di un contenuto di qualità, a 5 stelle: il grillino di turno ha detto una cazzata virale. Ripeto: virale.

Non è la prima, non sarà l’ultima. E bisogna dirlo: arriva nel momento sbagliato. Perché il MoVimento è in sofferenza, continua e perenne, da quando ha perso 3 milioni di voti lo scorso 25 maggio. Prima le richieste di dimissioni di Grillo, poi le voci di divisioni interne, infine l’alleanza con Farage. E adesso lo scivolone dell’onorevole Gallinella (non si fanno battute sui nomi) il quale, insieme a un gruppo nutrito (di grano made in Italy) di colleghi, ha lanciato il j’accuse contro il povero grano saraceno che, a dire il vero, di saraceno non ha niente.

Una proposta di legge per eliminare il grano arabo (musulmano, si diceva un tempo) dalla ricetta del pane tricolore. Chissà quanto c’hanno pensato i magnifici quattro della Commissione Agricoltura. È facile immaginarseli là, seduti al tavolo, a discutere, con un tozzo di pane avanti, mentre “O Sarracin” di Renato Carosone reinterpretato in genovese da Beppe Grillo suona in sottofondo: “Secondo me dovremmo proteggere il pane nostro”, fa uno. “Giusto”, si limita a dire un altro. Il terzo digita su Google, il quarto clicca sul primo risultato. La fonte è bufaleinpolitica!1!.com. La legge è fatta.

E la rete ride, si diverte. Si prende gioco di un gruppo di ingenui. Mette quel “coltello nella piaga” citato da Grillo nel video del giorno dopo le elezioni. I 5 Stelle reagiscono, si infuriano: i giornali del regime, la stampa leccaculo e via un altro link sulle scie chimiche. Caro grillino, non basterà un maalox stavolta. Stacce. E basta.

A cura di Lucio Perrotta.

LASCIA UN COMMENTO