Vueling sostiene l’ospedale Bambino Gesù

0
1131
bambino gesù e vueling

Dal 31 Marzo nasce la collaborazione tra Vueling e l’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Obiettivo: rendere più piacevole la permanenza dei bambini in ospedale

A volte nel prenotare una vacanza ci si lascia prendere dall’euforia di preparare tutti i particolari, dall’acquistare oggetti più o meno utili in vista della partenza e spesso ci si dimentica che forse anche una piccola parte di quel denaro potrebbe essere spesa per fare del bene. Oggi, però, unire l’utile al dilettevole prenotando una vacanza non sarà più una cosa impensabile grazie a Vueling.
La compagnia aerea lowcost, attraverso il suo sito, ha, infatti, avviato una collaborazione con l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Obiettivo: il sostegno di progetti a favore della ricerca medica e dell’infanzia per migliorare il benessere dei bambini che ricevono cure all’interno dell’ospedale. Sul sito www.vueling.com la compagnia dà, così, possibilità ai propri clienti di compiere una buona azione al momento di prenotazione del volo donando volontariamente un euro. Tutto quello che sarà raccolto, da qui a sei mesi, verrà destinato all’acquisto di una TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) di ultima generazione che, grazie alla velocità di rilevamento dei dati, permette di ridurre l’uso di farmaci anestetici in pazienti che non possono restare immobili per tutto il tempo necessario all’esecuzione dell’esame. Inoltre, la TAC è stata progettata con un design accattivante per far immaginare ai bambini di essere trasportati nello spazio, riducendo così lo stress dei piccoli pazienti e dei loro familiari. Un acquisto perciò importante che potrà rendere più piacevole la permanenza dei bambini all’interno del Bambino Gesù, uno dei maggiori ospedali e centri di ricerca d’Europa.

Astro Tac al Bambin Gesù

Non a caso, già in passato, noi di OpenMag avevamo potuto apprezzare la professionalità dei medici e l’avanguardia delle strutture della sede di Santa Marinella del Bambino Gesù. Degno di nota è il progetto Ospedale senza dolore al quale, dal 2010, collaborano medici, infermieri e associazioni di familiari dei pazienti con l’obiettivo di programmare e attuare interventi volti a prevenire, alleviare e controllare il dolore fisico ed emotivo dei bambini sia durante che dopo il ricovero. «L’Ospedale senza dolore è un diritto dei bambini – dichiara Massimiliano Raponi, direttore sanitario del Bambino Gesù – e noi cerchiamo di realizzarlo offrendo il meglio delle cure sul piano clinico e scientifico, ma anche ascolto, comprensione, aiuto e sostegno».
La nuova TAC potrà aiutare bambini con malattie neurologiche, ortopediche, dermatologiche e otorinolaringoiatriche, nonché pazienti che necessitino di una prima diagnosi dopo un trattamento o una malattia. Questa nuova tecnologia effettuerà lo scanner in 0,35 secondi per un totale di 15-20 esami al giorno. Tra i tre e i quattro mila in un anno.
«Siamo orgogliosi di collaborare con la società italiana attraverso questo progetto a favore dell’ospedale Bambino Gesù di Roma» ha fatto sapere Alex Cruz, AD e Presidente di Vueling.
«I nostri valori ci spingono da tanti anni a impegnarci in azioni concrete di responsabilità aziendale e abbiamo intenzione di continuare su questa linea. Per questo, oggi non solo siamo felici e orgogliosi di iniziare questo nuovo progetto con l’ospedale pediatrico, ma per di più lo ringraziamo perché ci permette di contribuire a questa fantastica iniziativa che sta portando avanti per aumentare il benessere dei più piccoli».

A cura di Giusy Mercadante.

LASCIA UN COMMENTO