Il 10 novembre 1928 nasceva a Roma Ennio Morricone, il compositore italiano più famoso al mondo, vincitore del Premio Oscar.

La sua musica è fra le più conosciute e apprezzate, e lui è entrato nell’elenco degli italiani più celebri. Ennio Morricone nacque a Roma il 4 novembre 1928, in una famiglia di origini ciociare.

La sua formazione musicale iniziò con la frequentazione del Conservatorio Santa Cecilia, una delle accademie più prestigiose della capitale, in cui si diplomò in strumentazione per banda, in tromba e infine in composizione.

morricone

Nel 1955 Ennio Morricone cominciò a dedicarsi alla composizione, collaborando con autori sia di musica colta che con quelli di musica più “commerciale”, e nell’anno successivo si sposò. Nel 1958 per Morricone arrivò il primo lavoro importante, quando la Rai lo assunse come assistente musicale. Ma questo lavoro ebbe una durata brevissima: il giorno stesso, dopo aver saputo che la mansione a lui assegnata gli avrebbe impedito qualunque altro tipo di carriera, Morricone si licenziò.

Qualche anno più tardi Ennio Morricone fu accolto nel Gruppo di Improvvisazione Nuova Consonanza, un club di avanguardia musicale guidato dal compositore Franco Evangelisti. La collaborazione fu proficua e durò fino al 1980.

Nel 1966 arrivò il primo successo di pubblico con la famosissima canzone Se telefonando, cantata da Mina – la “tigre di Cremona” – e scritta da Maurizio Costanzo.

Ma il sodalizio più conosciuto e vantaggioso fu sicuramente quello tra Morricone e il regista Sergio Leone. I due si conoscevano da tempo, poiché erano stati compagni di classe alle scuole elementari. La loro collaborazione iniziò nel 1964 con Per un pugno di dollari, il primo film della cosiddetta serie spaghetti-western di Leone – la saga ambientata nel lontano ovest americano, fra cacciatori di taglie e pistoleri – e proseguì per gli altri film successivi.

La colonna sonora di Per un pugno di dollari, nel 1965, fece guadagnare a Morricone il Nastro d’Argento. Questo fu solo il primo dei tantissimi premi che il compositore riuscì a ricevere nella sua carriera. Altri due Nastri d’Argento arrivarono nel 1970 e nel 1987, rispettivamente per le musiche di Metti, una sera a cena e Gli intoccabili, film per cui ottenne anche un Golden Globe, un Grammy Award e un BAFTA. Stessi premi giunsero per le colonne sonore dei film Bugsy e Malena.

Nel 1995 fu l’unico compositore a ricevere il Leone d’oro alla cinquantaduesima Mostra di Venezia.images

Il premio più ambito dall’intero mondo dello spettacolo, l’Oscar, arrivò nel 2007 dopo cinque nomination. Il 25 febbraio Morricone venne premiato con l’Oscar alla carriera, e a consegnargli la celebre statuetta fu Clint Eastwood, attore simbolo dei film di Sergio Leone. Il compositore ringraziò commosso la giuria, dedicando il premio all’amata moglie, e ricordando i registi che avevano creduto in lui e augurando la stessa carriera anche agli altri artisti. ennio morricone

In occasione dell’Oscar venne pubblicato il disco We All Love Ennio Morricone, un tributo che altri musicisti fecero al maestro, interpretando le sue musiche più celebri.

Oltre all’attività musicale, Ennio Morricone si è occupato di politica, candidandosi nel 2007 alle primarie del Partito Democratico, concentrandosi sull’insegnamento della musica nelle scuole.

Una velata critica alla Lega Nord è invece stata fatta dal compositore nel 2011, durante il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, occasione in cui si è esibito con musiche italiane, come Va, pensiero di Giuseppe Verdi. Morricone ha ricordato che quest’opera appartiene a tutti gli italiani, e non può essere usata come uno strumento di divisione. In perfetta linea con il pensiero di Giuseppe Verdi, anche il maestro Morricone dà con la sua musica spunti di riflessione.

LASCIA UN COMMENTO