Liceo Umberto: a scuola contro bullismo ed omofobia

0
557
Liceo Umberto: a scuola contro bullismo ed omofobia

Informazione a scuola. A Napoli il Liceo Umberto accende i riflettori su bullismo e omofobia, protagonisti di un progetto che partirà il prossimo 22 gennaio.

E’ sicuramente tra i Licei più “autorevoli” d’Italia ed ora prova a dare l’esempio lanciando una campagna di informazione e di sensibilizzazione sui temi del bullismo e dell’omofobia.
Stiamo parlando del “Liceo Umberto” di Napoli, il Classico per antonomasia in città (e non solo), apprezzato e rinomato in tutto il Paese.
Il progetto, proposto dall’Arcigay, è intitolato “pari opportunità e identità di genere” ed aprirà le porte dell’Istituto alle testimonianze di chi è stato in prima persona vittima di fenomeni ancora frequenti all’interno della quotidianità del nostro tessuto sociale, ma che spesso passano in sordina o che hanno una eco ridondante solo quando ricoperti da un clamore tale da richiamare l’attenzione dei media.
La prima tappa del ciclo di incontri proposti sarà il prossimo 22 gennaio a partire dalle ore 11.00. «Diversamente. Amore, Differenza, Mondo» il tema dell’incontro che sarà introdotto dal presidente di Arcigay Claudio Finelli ed a cui prenderanno parte gli studenti di cinque classi del Liceo.
Una scelta sicuramente “forte” quella del Preside del Liceo Umberto e del Consiglio di Istituto tutto, considerata la forte resistenza che ancora oggi spesso si incontra (nei fatti) verso la promozione di tematiche come quella della differenza di genere che nella fase più delicata della crescita e della presa di coscienza del proprio “io” da parte delle ragazze e dei ragazzi (che si materializza, solitamente, durante gli anni scolastici “superiori”) troppo frequentemente viene lasciata alla solitudine del singolo.
Durante il primo incontro verrà anche presentato il libro di Anton Emilio Krogh “Come me non c’è nessuno” all’interno del quale l’autore traccia il percorso che lo ha portato alla accettazione della propria omosessualità.

Il progetto

Un percorso attraverso il quale l’Umberto si pone quale apripista verso altri Istituti Superiori della città e della Regione, considerata la forza di impatto che lo stesso ha verso l’opinione pubblica ed il tessuto culturale napoletano e campano, avendo, tra le altre cose, formato fior fior di studenti che hanno, negli anni successivi, dato lustro al Paese in diversi settori.
Tra questi, solo per citarne alcuni, ricordiamo l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, l’ex Ministro e Magistrato Filippo Patroni Griffi, lo scrittore Erri De Luca, il regista Francesco Rosi e l’attore e regista Vincenzo Salemme.
Una scuola di formazione di eccellenze insomma che, siamo sicuri, darà il proprio contributo fattivo anche al definitivo “sdoganamento” di temi che sono ancora spesso un tabù all’interno di molte famiglie.

LASCIA UN COMMENTO