Ad Ariano Irpino il cinema riparte dalla “bottega”

0
185
Ad Ariano Irpino il cinema riparte dalla

A Roma presentata la settima edizione dell’Ariano International Film Festival, dal 29 luglio al 4 agosto.

Il cinema come una volta

La parola chiave della presentazione del Festival di Ariano Irpino, tenutasi lo scorso 14 giugno in Campidoglio, è stata “bottega”. Quella stessa bottega in cui il Verrocchio faceva faticare tanti piccoli artisti, tra cui un certo Leonardo da Vinci. Un mistico e frenetico laboratorio in cui un giovane Botticelli può intraprendere il percorso che lo porterà alla “Primavera”. Un luogo di lavoro e creazione.

L’invito della giuria presentatasi nella Sala del Carroccio in Campidoglio è stato dunque quello di ritornare al sudore dell’apprendimento. Pertanto, il giovane apprendista deve vivere a pieno la bottega con le sue urla e le sue polveri. Parlando in concreto e riferendoci ai giorni nostri, il dato emerso è che il cinema italiano difetta di quella bramosia di conoscenza che rendeva unici i nostri registi qualche decennio fa. Manca oggi chi ha il coraggio di diffondere un’idea tradizionale. Ci si riduce al racconto scialbo di una scialba tematica priva di immortalità, ma che si lega freddamente alla realtà odierna.

La conoscenza non si compra, e in un mondo in cui dominano colossi invisibili come Netflix, la bottega è la linfa che deve riemergere. E se a provarci è la piccola cittadina di Ariano Irpino, in provincia di Avellino, ben venga!

Cosa aspettarci dal Festival

Sicuramente la settimana del Festival di Ariano Irpino sarà ornata da un coacervo di idee. Un meltinpot di creazioni ed emozioni provenienti da tutto il mondo, o per meglio dire, da tutte le botteghe del mondo. Lungometraggi, cortometraggi, fotografia: l’arte visiva in ogni sfaccettatura.

Il tutto sotto la supervisione della direttrice artistica Annarita Cocca che durante la presentazione del Campidoglio ha rinnovato il suo orgoglio per essere giunti alla settima edizione. Oltre a lei sono intervenuti diverse personalità di grande esperienza in ambito cinematografico come il produttore e scenografo Paolo Innocenzi, Angelo Bassi, anch’egli produttore, ma anche, fra gli altri, l’On. Giulio Pelonzi. Non poteva mancare naturalmente l’intervento del neo sindaco di Ariano Irpino, Enrico Franza, che ha voluto rimarcare l’orgoglio di ospitare, appena due mesi dopo l’inizio del suo mandato, un evento così rilevante.

Ad Ariano Irpino il cinema riparte dalla "bottega"

Dalla conferenza di presentazione è emersa una generale volontà di tutelare il cinema d’arte, con la sua distinta bellezza. La voglia di far bene è grande e noi di Openmag sicuramente ve lo racconteremo. Non resta quindi che darci appuntamento al 29 luglio alla settima edizione dell’Ariano International Film Festival.

LASCIA UN COMMENTO